Carapelli a Ecomondo 2023: la sostenibilità è un impegno etico

Il Direttore Generale di Carapelli Firenze Bruno Seabra, è stato ospite a Ecomondo 2023, dove ha parlato di sostenibilità e dei processi aziendali adottati dal Gruppo Deoleo, di cui la storica marca fiorentina fa parte.
Firenze, 21 Novembre 2023 – “Ci prendiamo cura di ciò che ti sta a cuore”. Si concentra su questo semplice asset la strategia di Sostenibilità di Carapelli Firenze, la storica marca di olio che fa parte della multinazionale Deoleo.
A raccontare il processo attraverso il quale Carapelli sta lavorando per raggiungere gli obiettivi di Sostenibilità dell’Agenda 2030, è Bruno Seabra, Direttore Generale di Carapelli Firenze, invitato da Confagricoltura a parlare ad uno tra gli incontri più partecipati di Ecomondo 2023. 

L’incontro, dal titolo “Le esigenze e le opportunità del settore agroalimentare nella sfida verso modelli di produzione sostenibili, nel mutato contesto economico ed internazionale” ha avuto luogo lo scorso 8 novembre, ed è stato organizzato da Confagricoltura in collaborazione con Federalimentare, Enea e CTS Ecomondo. (…) 

Nel dettaglio, Seabra ha illustrato l’esperienza di Carapelli, attraverso gli ultimi dati raccolti nel recentissimo 3° Report di Sostenibilità. Alcuni esempi: il 44,4% dell’olio extravergine di Deoleo proviene da frantoi sostenibili; 71 cooperative e frantoi sono certificati sostenibili; il 100% di energia utilizzata nei siti produttivi proviene da fonti rinnovabili; il 91,4% dei rifiuti sono valorizzabili, con un recupero di 244,89 tonnellate – record che ha fatto meritare all’azienda la Certificazione Internazionale AENOR. (…)

Qui comunicato completo e immaginiResto a vostra disposizione per eventuali approfondimenti.
Grazie, un cordiale saluto,
Laura Bresciani 


Journalist, Media Relator
Ufficio Stampa Carapelli spa
M. +39 347 0400858 – Ph. +39 030 35 39 159
www.soluzionegroup.com

Ambiente Magazine

AD BLOCKER DETECTED

Abbiamo notato che stai usando un AdBlocker. Questo sito sopravvive grazie alle pubblicità, che ci assicuriamo che siano informative, legate al mondo dell'ambiente e non invasive. Ti chiediamo quindi cortesemente di disattivare l'AdBlocker su questo sito. Grazie!

Please disable it to continue reading Ambiente Magazine.